Fiori di Bach, Fiori californiani e Fiori australiani

La floriterapia (fiori di Bach) - considerando l'individuo nella sua globalità e unicità - cura vibrazionalmente i problemi psicologici, gli stati d'animo e le emozioni negative. Poiché da questi nasce la sofferenza fisica (malattia o patologia) la floriterapia cura anche sintomi e malattie del corpo fisico. 

La floriterapia si distingue dall'omeopatia e dall'erboristeria negli aspetti che seguono:

L'omeopatia usa anch'essa la diluizione, ma usa sostanze non solo vegetali, e il principio base "il simile cura il simile".

L'erboristeria invece usa estratti di piante non diluiti e il rafforzamento della costituzione fisica.

I fiori californiani sono molti di più di quelli di Bach (103 - in aumento - contro i 38 classici rimedi di Bach), ma la differenza maggiore sta nella loro estrema specificità ed attualità. In questi rimedi, infatti, si trovano delle indicazioni precise per la realtà contemporanea (ad es. vi è un rimedio per affrontare l'affollamento nelle metropoli, uno per la protezione dalle energie radioattive, uno per le problematiche delle donne in carriera, ecc).

 

Scoperti negli anni '70 da R. Katz e P. Kaminsky, i fiori californiani sono preparati con lo stesso metodo indicato dal Dr. Bach e completano e approfondiscono l'azione dei fiori di Bach.

 

"Essenze floreali australiane”, pubblicato nel 1991 da Ian White, codifica e presenta ai terapeuti i fiori del bush australiano

 

(vedi video)

 

Letture consigliate – per ordinare, clicca sul titolo

Le opere complete, Edward Bach

Nuove terapie con i fiori di Bach – vol. 1 e 2, Dietmar Kramer

Nuove terapie con i fiori di Bach – vol. 3, Dietmar Kramer

I rimedi floreali californiani, Cristina Aprato

Iniziazione ai Rimedi Floreali Californiani, Fabio Nocentini  

Essenze floreali australiane, Ian White

Corso completo per diventare operatore esperto in Fiori di Bach, Graziella Barbato